Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2014

Pieve dei Santi Cornelio e Cipriano a Codiponte

Immagine
La Pieve a Codiponte La pieve dei Santi Cornelio e Cipriano a  Codiponte  è uno dei monumenti più significativi della Lunigiana. Importante crocevia di strade che collegavano la costa con l'interno ed il Nord Italia, tra le quali una variante della  Via Francigena , l'area della pieve fu sede di un Pago romano e successivamente di un villaggio. Dall'VIII secolo nella zona sorse una pieve, poi andata in rovina e ricostruita nel XII secolo in stile romanico. Fu ristrutturata a seguito di una frana del XIV secolo, mentre la canonica fortificata è il risultato dell'evoluzione e dell'ampliamento di un'antica casa torre. La torre campanaria, del XVII secolo è l'elemento più recente, se si esclude l'abside minore ricostruita nell'ultimo restauro negli anni settanta del Novecento. Nell’interno della chiesa, al di sotto del pavimento, fu ritrovata la parte basamentale di un fonte battesimale ad immersione di pianta ottagonale. La pieve ha una st

Pietrasanta

Immagine
Pietrasanta( 14 m.S.l.m.) PIETRASANTA  (A. T., 24-25-26 bis). - Piccola città della Toscana, nella provincia di Lucca, da cui dista 25 km. verso. NO. La città sorge nella regione litoranea della Versilia, di cui può considerarsi il capoluogo, a 4 km. dalla costa marittima. Pietrasanta, che ebbe nel Medioevo un'importanza considerevole come fortezza di confine, decadde poi per il diffondersi della malaria, onde se ne assottigliò la popolazione, ridotta a metà del sec. XVII a 761 ab. La bonifica del piano versiliano e lo sviluppo dell'industria marmifera ne rialzarono le sorti, onde nel 1840 la popolazione della città era salita a 3177 ab., mentre l'intero comune, vasto allora 49,77 kmq., ne contava 10.878, saliti a 19.868 nel 1861. Al censimento del 1931 Pietrasanta contava nel centro urbano 12.000 ab. e il comune, da cui nel 1914 era stata distaccata la frazione di Forte dei Marmi riducendosi a kmq. 40,82, ne contava 20.964. Pietrasanta è stazione della ferrovia Pisa-G

Vetriano e il teatrino più piccolo del mondo (forse)

Immagine
Vetriano ( 482 m.S.l.m.) Vetriano (da podere di Veturio) è una piccolissima frazione del Comune di Pescaglia sui monti della lucchesia, costituito da cinque nuclei ben distinti e caratterizzati: Ville, Ripa, Colle, Carraia e Grabbia. La chiesa parrocchiale, dedicata ai Santi Simone e Giuda, venne rifatta nel secolo scorso e conserva sui paramenti murari esterni rilievi in pietra provenienti dall’edificio primitivo. Più in alto, in località Colle, sorge la chiesa dedicata a S.Rocco; per questa chiesa Pierangelo Sarti al suo rientro in Italia fece realizzare la torre campanaria sulla quale nel 1959 fu apposta una lapide in sua memoria. Di interesse anche il lavatoio pubblico lungo la strada per Colognora, fra i pochi ancora conservati in zona, e la piccola Cappella dei Rastrellati, nella quale viene custodito il SS. Crocifisso dei Rastrellati, la cui costruzione è legata ad una triste e commovente storia di rastrellamento di abitanti del paese avvenuta durante la seconda guerra mondi