Corsagna

Corsagna (401 M S.l.m.)

Il paese si trova a circa 400 m slm a nord-ovest sulle pendici dell'altipiano delle Pizzorne. Con i suoi numerosi abitanti rappresenta una delle più popolose frazioni di Borgo a Mozzano. Le prime notizie storiche risalgono al 786; vi dominarono prima i Suffredinghi e più tardi la Repubblica di Lucca. Il paese era assai conosciuto per le sue fabbriche di ferro. Il tessuto urbano è suddiviso in numerosi rioni: Fucina, Pozzo, Verace, Fabbriche, Postabbio etc. Le corti rappresentano un aspetto caratteristico originale di questo paese e sono l'espressione urbanistica dei nuclei familiari più importanti. Il luogo chiamato "Castello" è dominato da una possente torre, oggi torre campanaria, e da un vasto piazzale che domina la Media Valle del Serchio, dove sorgono due Oratori e la Chiesa Parrocchiale intitolata a S. Michele (1506). L'interno a tre navate, ha colonne in pietra serena con originali capitelli, di cui uno porta l'arme del paese (un serpente che si avvolge ad una colonna) e della Repubblica di Lucca. Vi si trovano opere pittoriche di notevole rilevanza come un S. Michele di Scuola Perugina. Non molto distante dal paese si trovano Serra (antica comunità oggi scomparsa di cui rimane solo la Chiesa intitolata a S. Lorenzo,  situata in una splendida  posizione panoramica, dove si trova il bel quadro “Madonna con bambino” del 1556 di Jacopo Mantovani) e  Particelle (in passato la patria di famosi scalpellini).
CORSAGNA – MADONNA DI SERRA.
Il percorso inizia dalla piazza del paese per proseguire lungo la strada, ancora in acciottolato, che attraversa il paese e conduce, tra corti e volte ancora intatte, alla Chiesa di San Michele (1500). Poco prima della scalinata, sulla sinistra, inizia il sentiero di circa 600 mt. che conduce alla Madonna di Serra attraverso selve di castagni. In questa località esisteva un antico centro abitato che fu nel tempo agglomerato a Corsagna. Nella sua chiesa del 1596 esiste il quadro della Madonna della Consolazione molto venerata dagli abitanti del paese che ogni anno la ricordano festeggiandola solennemente (ultimo sabato e domenica di agosto). La lunghezza del percorso dalla piazza è di circa 1,3 km ed è percorribile a piedi in meno di 30 minuti.
 Il percorso non è usufruibile ai disabili.
Rif.http://www.comune.borgoamozzano.lucca.it/content.php?p=9.2.2






















Commenti

Post popolari in questo blog

Il lago di Vicaglia

Alpe di Sant' Antonio